Meditazione

Meditazione e Presenza

Amo moltissimo questo luogo, immerso nella bellezza del parco naturale del Monte di Portofino.
E’ San Fruttuoso, un’antica Abbazia costruita in riva al mare.
Ci venivo da bambina e appena posso ci torno, vi si arriva soltanto a piedi o in barca.
Qui trovo tutto: la luce blù del mare e del cielo, il silenzio, il verde della vegetazione lussureggiante, le pietre antiche, cariche di vibrazioni, il mutevole ed imprevedibile movimento incessante del mare, i suoni armonici della natura.
Trovo un contatto ed una connessione con quella parte infinita di me, che va oltre lo spazio ed il tempo.
Qui trovo pace, armonia, bellezza, energia vitale, pienezza , calma e vitalità.
Ma …non è necessario andare fisicamente a San Fruttuoso ogni volta che voglio contattare quella pace: essa è già dentro di me e posso trovarla ovunque io mi trovi, in qualsiasi momento.
Quello spazio particolare dove siamo semplicemente a contatto con la nostra essenza è sempre presente e raggiungibile, talvolta è solo poco frequentato.
Spesso siamo identificati con la nostra mente molto impegnata ad esercitare la sua funzione pensante/razionale/giudicante. La maggior parte di noi non sa dell’esistenza di un’altra dimensione in cui semplicemente siamo presenti al di là di quello che pensiamo. Quando succede di imbatterci in questa dimensione ecco che ci accorgiamo che in noi esiste una forza vitale potente: la presenza.
Alcuni per fortuna raggiungono questa dimensione inconsapevolmente, altri facendo certi sport come roccia, barca a vela, equitazione. Altri ancora svolgendo attività semplici come portare a passeggio il proprio cane, cantare, fare l’amore, cucinare, curare il giardino, pregare.
Ecco che allora credono che il benessere sia causato dall’attività in sé.
In realtà quella determinata attività è un collegamento verso la dimensione di spazio, di presenza e di essenza che sono sempre accessibili : basta semplicemente dirigerci verso il nostro centro.
In quella presenza ci accorgiamo di NON essere i nostri pensieri, né le nostre azioni, il nostro aspetto fisico, le nostre emozioni, il nostro status sociale, il nostro lavoro, la nostra famiglia, le nostre relazioni, il nostro modo di vestire, la nostra automobile….
Tutto questo esiste ma è più in superficie , più all’esterno e può essere osservato dalla profondità di quello spazio infinito.
In questa dimensione di silenzio , di vuoto e di distanza troviamo il benessere e la forza che erroneamente credevamo di poter raggiungere attraverso le azioni o il possesso. Nell’essere presenti, connessi con il nostro centro, c’è infatti una sensazione di pienezza e di forza. Possiamo sentire allo stesso tempo la pace, il silenzio e la magia della nostra energia vitale, che nella sua essenza è connessione con il tutto e amore.

Come?
Partecipando a cicli di incontri in cui insegno la pratica della Presenza e sperimentiamo di volta in volta varie meditazioni